Attenzione alla prossima buzza!

La fantasia dei tagliatori di alberi è sempre senza limiti… Hanno raso al suolo tutti gli alberi che stavano sulla sponda destra della Moesa dopo il ponte della ferrovia poco prima della confluenza col Ticino; invece di farne legna da utilizzare li hanno lasciati lì sulla riva aspettando che la prima buzza li porti a Magadino. C’è da aspettarsi che al primo rialzo consistente del livello questi alberi vadano a impigliarsi un po’ dappertutto… Okkio!